Come Evitare di Sopravvalutare il Proprio Stipendio

Non arrivate a fine mese? Potevate pensarci prima. Una delle trappole più comuni è la sopravvalutazione delle entrate. L’arrivo dello stipendio compensa in un solo giorno il lavoro di trenta. La cifra appare elevata… ma non lo è. Le ragioni sono molte. Ogni consumatore è generalmente miope sul futuro e presbite sulle spese correnti.

Incertezza sulle spese. Se escludiamo la rata semestrale del mutuo casa tutte le altre uscite sono di taglio inferiore e soprattutto non hanno cadenza mensile. Può quindi capitare di dover pagare nello stesso mese più bollette e pagamenti vari inaspettatamente. Questa incertezza sulla struttura delle spese conferisce una estrema fragilità al bilancio famigliare. Può bastare un semplice guasto dell’automobile o una carie per metterlo in crisi.

Miopia del consumatore. Se da un lato è difficile prevedere gli imprevisti, dall’altro lato certe volte è proprio colpa nostra. Il desiderio di acquistare un bene è talmente forte da far sopravvalutare il beneficio del consumo immediato e sottovalutare l’onere futuro dei pagamenti. Una volta soddisfatto il ‘bisogno’ di consumo resteranno le bollette da pagare o il conto in rosso. Ne valeva la pena? Può darsi… ma considerarlo prima di effettuare l’acquisto aiuta ad evitare la trappola.

La certezza sul reddito futuro. E’ un errore molto diffuso. Si considera il reddito correnteo come reddito costante anche nel futuro. Il mondo del lavoro è invece sempre più competitivo e precario.

I consigli per non sopravvalutare le entrate
Elenchiamo qualche suggerimento pratico per non sopravvalutare le entrate economiche, lasciando la lista aperta anche ai suggerimenti dei lettori.

Pensare in base al reddito effettivo (quello che si ha in tasca) e non potenziale.
Rimandare le decisioni di acquisto al 20-23 giorno del mese, soltanto in quel momento avrete una visione razionale di quel che vi è rimasto in tasca dell’ultimo stipendio.
Non prendere mai in considerazione lo stipendio in arrivo.
Fate la somma delle spese fisse annuali come il mutuo, l’assicurazione auto, il condominio… Dividete il totale per 12 e otterrete la spesa media mensile. Se quello che avete in tasca o nel conto corrente è inferiore a questa media… iniziate a preoccuparvi e tenete duro fino all’arrivo del prossimo stipendio.
Non spendere mai fino all’ultimo centesimo. Se a fine mese, prima dell’arrivo dello stipendio, è avanzato qualcosa… non precipitatevi a spenderlo come fosse una vincita al lotto. Avere un margine di sicurezza aiuta ad affrontare gli ‘imprevisti’. Fissatevi una percentuale di risparmio, es. il 20% dello stipendio, e consideratela come una spesa mensile inderogabile.
L’orizzonte del reddito non deve andare mai oltre i 12 mesi… salvo se siete dipendenti pubblici. Prima di ricorrere al credito al consumo… pensateci.
E’ necessario suddividere lo stipendio in varie voci di spese fisse(es., mutuo, vitto,elettricità,gas, acqua, telefono, scuola figli, consumo carburante ecc.) e spese variabili (es. abbigliamento, cure mediche ecc.) così da sapere più o meno a quanto ammontano le uscite mensili al fine di evitare spiacevoli sorprese.
Pagare tutte le spese fisse all’arrivo dello stipendio in modo da avere una visione “reale” del conto corrente.
Considerare ogni spesa non in termini di denaro ma in termini di ore-lavoro. Ad esempio, se guadagnate 7 euro netti l’ora e volete comprare un vestito da 70 euro, siete sicuri di voler investire 10 ore di lavoro in quella spesa? Questa diversa visuale del valore può aiutarvi ad individuare le spese superflue che possono essere evitate.
Iniziare a tenere un “diario” delle uscite, annotare nero su bianco tutti i giorni quanto si spende e per cosa (anche il caffè al bar!) aiuta poi a fine mese ad individuare dove sono finiti i soldi e si scopriranno molti errori. Sarà così più facile evitarli il mese successivo.

Consigli utili

Come Ridurre Rata del Mutuo

La crisi dei mutui negli Stati Uniti ha aumentato il clima generale di incertezza e di sfiducia nei mercati internazionali, contribuendo a far innalzare il costo del denaro e dei prestiti anche nel nostro paese a causa del rialzo del tasso interbancario della Bce (4%) e dell’Euribor (4,4-4,8%) sulle scadenze da tre a sei mesi. A risentire del fenomeno sono in particolar modo i titolari di mutuo a tasso variabile, la cui rata è aumentata nel corso di un anno di 30-40 euro al mese.

Per fronteggiare il rincaro le possibilità offerte al risparmiatore sono essenzialmente due:

rinegoziare il mutuo con la propria banca per allungare la scadenza e ridurre la rata mensile

negoziare l’apertura di un mutuo con un’altra banca se i tassi più convenienti offerti da quest’ultima compensano le spese della penale di estinzione del mutuo originario e le spese notarili
Sono però ancora molti i risparmiatori in evidente difficoltà per la scarsa semplicità dell’operazione che, in via di fatto, continua a tenere vincolato il mutuatario con la banca che inizialmente ha erogato il mutuo.

Strategia Forex sui Frattali

I frattali utilizzati in combinazione con altri strumenti di analisi tecnica sono in grado di fornire dei segnali affidabili per comprare e vendere valute. Vediamo una strategia forex semplice che si basa sui frattali e che ci permette di individuare degli ottimi punti di ingresso nel mercato.

Il timeframe preferito è quello da 1 ora. Le coppie di valute migliori sono le majors, come ad esempio la coppia di valute EUR / USD oppure la coppia GBP / USD. Inoltre le sessioni di trading utili sono tutte quelle utili e a nostra disposizione.

Altri indicatori di trading che si possono usare sono, oltre all’indicatore frattale, anche la media mobile esponenziale a 50 periodi, nota come 50 EMA.

Ecco come andare short con questa coppia di valute.
apriamo una posizione se il prezzo è inferiore a 50 EMA.
attendere un pattern ribassista del frattale vicino a 50 EMA.
bisogna usare dei modelli di candela ribassista o qualsiasi altro strumento per confermare il commercio prima di andare a breve.
Dopo la conferma si può andare short alla chiusura della candela numero 5 e si arresta la perdita a 3 pips sopra il candeliere frattale.
Si può prendere profitto o usare dei metodi che limitano il rischio sulla base di un rapporto di 1 a 2, o migliore.

Se un pattern ribassista frattale compare sul grafico in prossimità dell’EMA 50 viene confermato dalla comparsa di un pattern candlestick ribassista. Secondo le regole di negoziazione, come abbiamo detto, lo stop loss deve essere posto 3 pips sopra la candela frattale.

Vediamo invece degli esempi su come poter andare long con questo metodo di trading.
apriamo una posizione se il prezzo è superiore a 50 EMA.
attendere un pattern rialzista del frattale vicino a 50 EMA.
bisogna usare dei modelli di candela rialzista o qualsiasi altro strumento per confermare il commercio prima di andare long.
Dopo la conferma si può andare long alla chiusura della candela numero 5 e si arresta la perdita a 3 pips sotto il candeliere frattale.
Si può prendere profitto o usare dei metodi che limitano il rischio sulla base di un rapporto di 1 a 2, o anche in questo caso migliore.

Molto interessante.

Come Investire con il MACD

Una delle tattiche operative più semplici, fra quelle usate dagli speculatori che confidano nell’analisi tecnica,
peraltro analoga a quella apllicata nelle tattiche operative con l’oscillatore RSI e con quello Stocastico consiste
nel comprare un titolo quando l’oscillatore MACD raggiunge valori estremi verso il basso ovvero di
vendere un titolo quando l’oscillatore Stocastico raggiunge valori estremi verso l’alto.

Anche in questo caso, tale tattica operativa può rivelarsi pericolosissima. Per fare un esempio: se è vero che il
raggiungimento di un valore molto lontano dallo zero significa una situazione anomala di forza o di debolezza da
parte del titolo, che prima o dopo il mercato andrà a correggere; ma è anche vero che la permanenza in zona
estrema può durare per un tempo indefinito. Di conseguenza, un grave errore è quello ad esempio acquistare,
immaginando un’automatica e immediata reazione al rialzo, tutte le volte che il valore dell’oscillatore MACD
raggiunge livelli molto bassi.

Il MACD è considerato dai seguaci dell’analisi tecnica uno degli indicatori più affidabili
e normalmente viene interpretato nel seguente modo:
segnale di acquisto,
quando la Differential Line presenta un’intersezione con la Signal Line dal basso verso l’alto
segnale di vendita,
quando la Differential Line presenta un’intersezione con la Signal Line dall’alto verso il basso

Normalmente i livelli dell’oscillatore MACD, come del resto quelli dell’oscillatore RSI e dello Stocastico, si
muovono in sintonia con i prezzi. Talvolta, però, può accadere che ad un massimo presente sul grafico a barre
(o a candele) non corrisponda un massimo sul grafico dell’oscillatore. In questo caso si parla di divergenza, una
eventualità  alla quale gli analisti tecnici attribuiscono il significato di indicare un “malessere” del mercato.

Tale malessere, sempre secondo gli analisti tecnici, può segnalare: un indebolimento della tendenza in atto, una
imminente temporanea correzione della tendenza, oppure il prossimo verificarsi di una vera e propria inversione
di tendenza. Naturalmente, può essere anche un falso segnale.

Come Iniziare con il Forex

Per tutti quelli che sono nuovi del mercato forex o per quelli che stanno pensando di diventare operatori Forex, vediamo sei consigli utili che aiuteranno nelle transazioni.

Per aprire un conto forex, tutto ciò che dovete fare è semplicemente compilare una domanda e fornire tutti gli identificativi necessari. L’applicazione include un contratto che indicherà anche se l’intermediario potrà intervenire in qualsiasi commercio quando questo sembra troppo rischioso. Questo accordo è fatto per tutelare gli interessi del broker, dato che la maggior parte delle operazioni viene fatta utilizzando denaro preso in prestito dai broker.

Al fine di diventare un trader di successo è necessario adottare una strategia commerciale propria. Non c’è una strategia che funzionerà per tutti i trader, dato che ogni singolo trader dovrà sviluppare un proprio approccio al mercato. Mentre alcuni preferiscono usare esclusivamente l’analisi tecnica, altri preferiscono un approccio più sostanziale, mentre altri ancora possono utilizzare una combinazione.

Bisogna capire come si muovono le tendenze dei prezzi. Ci sono alcuni movimenti che sono state studiatei per molti anni, al fine di individuare un modello di tendenza. Queste tendenze vanno capite per riuscire ad avere una buona strategia di trading. La negoziazione seguendo un trend può aiutare a migliorare le probabilità rispetto alle operazioni fatte in entrambe le direzioni rispetto al trend.

Prima di aprire qualsiasi posizione bisogna guardare le prime cinque monete al mondo per assicurarsi che non ci sia qualcosa che manca: USD / Yen, Franco svizzero / USD, Euro / Yen, Euro / USD e Sterlina / USD.

Per chi inizia sarebbe più sicuro avere due conti, ovvero un conto reale che sarà effettivamente utilizzato per fare trading con soldi veri, e un conto demo, che è possibile utilizzare per verificare delle strategie alternative.

Bisognerebbe iniziare il Forex imparando ad esaminare dei grafici ad un’ora. Sebbene sia possibile fare trading anche con grafici ad intervalli di 15 minuti e di 30 minuti, non è consigliato.

Copyright Indipendente Lucano 2018
Shale theme by Siteturner