Come Ridurre Rata del Mutuo

La crisi dei mutui negli Stati Uniti ha aumentato il clima generale di incertezza e di sfiducia nei mercati internazionali, contribuendo a far innalzare il costo del denaro e dei prestiti anche nel nostro paese a causa del rialzo del tasso interbancario della Bce (4%) e dell’Euribor (4,4-4,8%) sulle scadenze da tre a sei mesi. A risentire del fenomeno sono in particolar modo i titolari di mutuo a tasso variabile, la cui rata è aumentata nel corso di un anno di 30-40 euro al mese.

Per fronteggiare il rincaro le possibilità offerte al risparmiatore sono essenzialmente due:

rinegoziare il mutuo con la propria banca per allungare la scadenza e ridurre la rata mensile

negoziare l’apertura di un mutuo con un’altra banca se i tassi più convenienti offerti da quest’ultima compensano le spese della penale di estinzione del mutuo originario e le spese notarili
Sono però ancora molti i risparmiatori in evidente difficoltà per la scarsa semplicità dell’operazione che, in via di fatto, continua a tenere vincolato il mutuatario con la banca che inizialmente ha erogato il mutuo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright Indipendente Lucano 2018
Shale theme by Siteturner